ROMA. MANCINI: PENSO ELEZIONI A GIUGNO, ALTRIMENTI SLITTAMENTO A SETTEMBRE

(DIRE) Roma, 22 gen. – “Sulla data delle elezioni sono fiducioso
che il miglioramento delle condizioni della pandemia, prodotte
sia dalla campagna di vaccinazione che dai comportamenti di
distanziamento sociale, consentira’ di farle svolgere a giugno,
prima dell’estate. Se non sara’ possibile, il Parlamento
valutera’ lo spostamento a settembre ma al momento la data di
riferimento rimane giugno”. Lo ha detto il deputato del Pd e
tesoriere del partito capitolino, Claudio Mancini, nel corso di
un’intervista all’agenzia Dire.
   In caso di una mancata risoluzione della crisi di governo,
innescata dalla fuoriuscita di Italia Viva, “e’ chiaro- ha
aggiunto Mancini- che ci sarebbe la coincidenza sia delle
elezioni politiche anticipate che di quelle comunali e sarebbe
impossibile che il Pd si allei con le forze che hanno prodotto la
caduta del Governo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *