Pd: lunedi’ vertice su comunali, nodi primarie e candidati

Roma, 22 gen. – Non c’e’ solo la partita per il
possibile voto nazionale ad animare la contesa politica delle
prossime settimane, ma anche quella della tornata di elezioni
comunali, in teoria in programma tra fine maggio e giugno.
Lunedi’ prossimo, a quanto si apprende, la segreteria nazionale
Pd dovrebbe riunire le federazioni delle citta’ che andranno
alle urne per un punto della situazione. Una contesa di
rilevanza nazionale, visto che si votera’ contemporaneamente a
Roma, Milano, Torino, Bologna e Napoli. La discussione tra i Dem
e’ stata convocata per riprendere il filo dell’organizzazione in
vista del voto, nel corso della riunione potrebbe essere
affrontato anche il tema di possibili primarie on line viste le
restrizioni legate alla pandemia. A sinistra come a destra manca
ancora la maggior parte dei candidati.  A Milano il sindaco
uscente Beppe Sala si sta organizzando con la coalizione di
centrosinistra per tentare il bis. Mentre nelle altre citta’ la
scelta appare ancora lontana. Uno dei nodo centrali per i Dem
riguarda la possibilita’ di replicare anche sui territori
l’alleanza di governo giallorossa con il M5s e LeU. A partire da
Roma, dove la sindaca Virginia Raggi ad agosto scorso ha
annunciato la sua volonta’ di correre per un secondo mandato,
registrando pero’ finora l’indisponibilita’ del Pd a convergere
sul suo nome. Da tre mesi il leader di Azione Carlo Calenda ha
lanciato a sua corsa per il Campidoglio senza pero’ vedere la
convergenza delle forze della coalizione sul suo nome,
incassando solo il sostegno di Italia Viva. Nel frattempo il
centrosinistra romano ad ottobre ha aperto un tavolo di lavoro
per individuare un programma comune e un metodo di selezione del
candidato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *